martedì 31 maggio 2011

Il tè a Londra: l'indirizzo


Appena finito di sviscerare tutti i miei posticini preferiti a Chelsea, devo tornare sui miei passi per dire che ne avevo dimenticato uno: o meglio non lo conoscevo proprio.
L'indirizzo del caso è uno di quelli imperdibili, no non lo dico così per dire, è proprio uno di quelle chicche da intenditori, da chi conosce la città e non si ferma ai soliti posti dove prendere la rinomata bevanda delle cinque (non li faccio i nomi, tanto se sono soliti li conosciamo tutti, no?!)

Ho scoperto Cocomaya un giorno che volevo approfondire le mie conoscenze del circondario tra Chelsea e Knightsbridge, e tra uno zig zagamento e l'altro ho notato un'insegna in ferro battuto estremamente interessante (non mi dilungherò sul fatto che per me l'insegna dice già la metà delle cose di un locale e sugli altri criteri con cui scelgo i posti che mi attirano:-). 
La sala da the aveva il tipico aspetto di localino molto curato e molto vicino a quello che da tempo stavo cercando a Londra: ovvero un posto raccolto, dai toni caldi e raffinati, con una proposta gastronomica di alto livello sia dolce che salata e dei dettagli che la caratterizzassero in modo chiaro (ora che rileggo mi accorgo di avere alcune pretese sulla merenda pomeridiana...), ecco Cocomaya in pochi metri quadrati mi sembrava centrasse in pieno tutti gli obiettivi.
Fattostà che per avere la certezza di essere di fronte proprio alla sala da the giusta bisognava andare in ricognizione il prima possibile, possibilmente con l'altra blogger per confrontare opinioni e gusti. 
La ricognizione, avvenuta durante una colazione in cui eravamo molto affamate, ha assolutamente confermato tutte le (veloci) aspettative che mi ero fatta ed anzi le ha perfino superate grazie alla prova croissant (ops ecco un'altro criterio, è il primo dolce che assaggio sempre in nuovo locale, se è buono quello allora ci siamo:-)


Lo ribadisco: il croissant era assolutamente perfetto come solo in Francia se ne trovano: ma questa non è un'eccezione alla regola: ho chiesto subito lumi e la pasticcera era francese, ah ecco:-)
Oltre al qui sopra fotografato, si potevano scegliere diversi tipi di pane, di tartes e di danish pastry, per continuare, come dire, la colazione in leggerezza (pensiero che in realtà non mi ha mai sfiorato essendoci qui 15 gradi, la leggerezza la lascio per il mio ritorno:-).

Altra nota assolutamente da menzionare è la marmellata servita in deliziose e raffinatissime coppette di cristallo con cucchiaino in argento: marmellata rigorosamente home made, ovviamente.


Per finire non posso non dire due cosette del servizio da the in dotazione (quello della prima foto per capirci): pezzi unici, dai soggetti antichi e moderni, vengono mixati tra di loro creando una curiosa sensazione di caos artistico molto particolare, che mi ha assolutamente affascinato.

Lo ripeto, è assolutamente da non perdere, quasi che potrei finire per dirlo con un tono leggermente autoritario:-)

Cocomaya: Unit 10, 186 Pavillion Road, London
                   Se siete in zona Marble Arch: 12 Connaught Street, London



6 commenti:

lea ha detto...

se vado a londra vado sicuramente a provarlo. io adoro il te e le sale da te. grazie

Silvia ha detto...

@lea: anche noi adoriamo il genere e questa sala da the sembra dedicata a tutte noi! Provare per credere! Grazie al tuo commento ho potuto leggere il tuo blog che unisce due aspetti che mi piacciono molto: la cucina (ma dai?!) e le recensioni di libri/film/poesie che ci hanno colpito. E' un connubio molto interessante complimenti!

andrea ha detto...

il the è diventato una buona abitudine anche da noi..

nerodiseppiablog ha detto...

La fragranza croccante di quella delicata crosticina, che affonda poi in una nuvola soffice e burrosa, si percepisce già solo dalla foto ;) Ottimo consiglio, grazie!

lerocherhotel ha detto...

se capitiamo a Londra sicuramente passiamo, le tue foto di questo locale e delle delizie che offrono ci hanno conquistati.

Silvia ha detto...

@nerodiseppiablog: sono contenta che la foto renda giustizia a quel monumento di storia francese! Non me lo sarei mai perdonato altrimenti:-)

@lecherhotel:grazie per i complimenti! Comunque assicuto che vale la pena, per di più se prenotate il giorno prima per 25 sterline (a testa però:-( vi porteranno una serie di alzatine ripiene sia paste dolci e salate...!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...